Keope Motor Team

Keope Motor Team Yamaha: domenica complicata a Imola nel gran finale del CIV Superbike

È calato quest’oggi il sipario sulla stagione 2022 del CIV Superbike. Un’annata che ha regalato grandi soddisfazioni e risultati di spessore al Keope Motor Team Yamaha, in luce nella prima parte di stagione con Niccolò Canepa e nella seconda con Randy Krummenacher, vincitore tra l’altro lo scorso mese in Gara 1 al Mugello.
In occasione dell’ultimo appuntamento stagionale, andato in scena a Imola, il pilota svizzero inseguiva il podio, ma purtroppo è stato fermato da un inconveniente sul più bello. Purtroppo a metà gara le sue ambizioni sono sfumate, dovendo quindi alzare bandiera bianca. Quella di Imola è stata una giornata amara anche per il compagno di squadra Flavio Ferroni, intenzionato a chiudere la stagione con un risultato di rilievo. Purtroppo l’alfiere Keope Motor Team Yamaha, ha dovuto fare i conti con un errore che lo ha costretto al ritiro prima del tempo. Resta quindi il rammarico per un’occasione sprecata in una domenica dove entrambi i portacolori avevano tutte le carte in regola per puntare ai piani alti della classe.


GARA 1 IMOLA: 1) Delbianco (Aprilia); 2- Mantovani (Ducati); 3- Vitali (Honda); 4- KRUMMENACHER (YAMAHA).
GARA 2 IMOLA: 1)- Zanetti (Ducati); 2)- Mantovani (Ducati); 3)- Delbianco (Aprilia); NC: KRUMMENACHER (YAMAHA), FERRONI (YAMAHA).

Randy Krummenacher: “Le sensazioni erano migliori rispetto a ieri, così come il mio ritmo in gara. Purtroppo però ho avuto un problema tecnico, che mi ha costretto al ritiro. Dispiace sia finita così questa stagione, ma sono certamente grato al team, il quale ha dato un contributo determinante per raggiungere risultati importanti, tra cui la vittoria al Mugello. Una menzione anche a tutti i nostri sponsor per il sostegno impeccabile”.
Flavio Ferroni: “La mia gara è finita dopo poche tornate. Purtroppo, in curva 2, ho commesso un errore quando ho aperto il gas e sono finito a terra. Dispiace davvero tanto, dato che avevamo tutte le carte in regola per disputare una bella corsa, ma alla fine non è andata secondo le nostre aspettative. Un grazie agli sponsor e a tutto il team”.

Scroll to Top